"L'amministrazione comunale ritiri il punto all'ordine del giorno sull'Amp Costa di Maratea"

03-02-2020

COMUNICATO STAMPA 2/2020 COORDINAMENTO IMPRESE DI PESCA LITORALE TIRRENICO LUCANO - MARATEA MARATEA | Lunedì 3 febbraio 2020 “L'amministrazione comunale di Maratea ritiri dall'ordine del giorno del consiglio di martedì 4 febbraio il ritiro o revoca degli atti già approvati sull'Area Marina Protetta Costa di Maratea”. A chiederlo è Manuel Chiappetta, portavoce dell'Associazione di Coordinamento delle Imprese di Pesca del Litorale Tirrenico Lucano – Maratea. Un intervento che giunge alla vigilia del Consiglio comunale di Maratea in programma domani, martedì 4 febbraio a Villa Tarantini. Tra i punti compresi nell'ordine del giorno figura il “Riesame ai fini del ritiro previo annullamento o revoca della Deliberazione di Consiglio Comunale n. 11/2016 avente ad oggetto: Istituzione Area Marina Protetta. Atto di intenti”. Una decisione inopportuna, secondo l'Assopesca di Maratea, oltre che intempestiva. “Appena un mese fa – precisa il portavoce – avevamo chiesto che il consiglio comunale deliberasse favorevolmente sull'Area marina protetta Costa di Maratea, senza perdere tempo e dopo i segnali estremamente positivi giunti da Roma sul completamento del processo di istituzione dell'Amp stessa. Oggi, invece, registriamo una volontà politica contraria, tra l'altro a pochi giorni di distanza dall'incontro preliminare, in programma giovedì 13 febbraio, al Ministero dell'Ambiente con comune e Regione Basilicata. Riteniamo un autogol presentarsi a quel tavolo con un atto che in un colpo cancellerebbe tanti anni di iter burocratico e amministrativo in favore dell'Area marina protetta”.