Tragedia sul Pollino: 10 escursionisti travolti da torrente Raganello

21-08-2018

Carlo Tansi, capo della Protezione Civile Regione Calabria: “Non conosciamo il numero delle persone che erano nel torrente” Numero verde per segnalare eventuali dispersi. Domani il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa a Civita Sono 10, finora, le vittime accertate nella piena del torrente Raganello, nelle gole del canyon del Parco nazionale del Pollino che ricade tra i comuni di San Lorenzo Bellizzi, Cerchiara di Calabria e Civita, in Calabria. Ma il bilancio del disastro potrebbe salire dato che mancano ancora all’appello cinque persone, turisti che si sa per certo fossero nel torrente. Nonostante l’allerta meteo diramato dalla Protezione civile regionale, almeno due gruppi, uno organizzato, di 17 persone compresa una guida esperta, l’altro di dodici persone senza guida, sono entrati in escursione nel torrente e sono stati travolti dalla piena nel tratto del torrente ricadente nel comune di Civita dove al momento della tragedia non pioveva. Non essendo l’accesso regolamentato, non si conosce esattamente il numero delle persone che al momento della piena si trovassero nel canyon. Per questo la Protezione civile regionale ha istituito un numero verde al quale parenti e amici di turisti dispersi che si trovassero in escursione nella zona interessata, possono segnalare la loro scomparsa: 800 222211 Alle 15 è scattato l’allarme e sul posto sono arrivati tempestivamente i soccorsi dei Vigili del Fuoco e del Soccorso Alpino che hanno messo dapprima in salvo i dodici turisti che erano nella parte più alta del torrente. Man mano sono arrivate le ambulanze del 118, l’elisoccorso (diversi feriti sono stati trasportati negli ospedali di Castrovillari e Cosenza), Carabinieri, Polizia, Guardia di Finanza. Civita è diventato il quartiere generale dei soccorsi dove si stanno avvicendando anche diverse squadre di sommozzatori dei Vigili del Fuoco provenienti da Brindisi e, in nottata, da Reggio Calabria. Strazianti le urla dei parenti delle vittime che in tardissima serata hanno iniziato ad avere notizie certe dei loro congiunti. Sul posto il procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Castrovillari, Eugenio Facciolla, il capo della Protezione civile, Carlo Tansi, il neo prefetto di Cosenza, Paola Galeone che ha istituito a Civita il Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica che si riunirà domani mattina, i sindaci dei comuni interessati ma anche del circondario, il presidente del Parco del Pollino, Domenico Pappaterra e il direttore dell’Ente, Giuseppe Melfi. Alle 8,30 di domani è stato annunciato l’arrivo del ministro dell’Ambiente, Sergio Costa. telecastrovillari