DOCENTI, GIORNALISTI, STORICI E SCRITTORI, IN BASILICATA NEL PARCO DELLA GRANCIA, PER "RICOMINCIAMO DA SUD. INSIEME"

27-10-2017

L’appuntamento è per l’intera giornata di domani La Grancia diventa luogo di studio e destinazione turistica. A poche settimane dalla conclusione della stagione estiva del grande evento che si svolge a Brindisi di Montagna, la macchina del Parco Storico Rurale e Ambientale di Basilicata è di nuovo in moto per una replica speciale delle attività di animazione, del teatro falconeria e del cinespettacolo "La Storia Bandita", dedicata ai tour operator italiani, ai quali sarà già presentato il programma della stagione 2018. In questo modo é chiara la volontà del Comune e del “Consorzio Eccellenze Turistiche Italiane” di voler far diventare la Grancia meta turistica nazionale, da inserire nei pacchetti degli operatori del settore, anche in combinazione con Matera, il Volo dell'Angelo e altre destinazioni lucane di sicuro interesse. A tal proposito su iniziativa del sindaco di Brindisi di Montagna, Nicola Allegretti, e del direttore del Parco, Nicola Manfredelli, docenti universitari, studiosi, scrittori, meridionalisti domani, nel Parco della Grancia, dialogheranno sul Sud. Alle 10 e 30 un primo incontro sul tema “Riflessioni sul Mezzogiorno del XXI secolo. Le ragioni di un incontro” con la partecipazione del professor Saverio Russo (Università di Foggia), del professor Giancarlo Costabile (università della Calabria), dell'ingegner Bruno Cutrì (cibernetico), dell'ingegner Domenico Iannantuoni (studioso di meridionalismo) e di Pino Aprile (scrittore). A seguire alle 12 “ Condividere la storia. Le ragioni di un recupero” con il professor Saverio Di Bella (università di Messina), il professor Michele Eugenio Di Carlo (istituto di Storia Patria), Gennaro De Crescenzo (presidente associazione Neoborbonici), Lorenzo Del Boca (scrittore) e Raffaele Vescera (scrittore). Alle 13, poi, nuovo appuntamento socio culturale dal titolo “Condividere il futuro. Le ragioni di un divario” con la partecipazione di Marco Esposito (giornalista de “Il mattino”), Nicola Rombolà (scrittore), Mario Serpillo (presidente Unione Coltivatori Italiani), Mariano Izzo (Consorzio Eti, eccellenze turistiche italiane) e Lino Patruno (scrittore). Nel pomeriggio, per chi volesse restare, in programma lo spettacolo di falconeria e la rappresentazione cine-teatrale del “La Storia Bandita”.