Personale Province, audizioni in prima Commissione

05-05-2017

La prima Commissione consiliare permanente, (Affari istituzionali) presieduta da Vito Santarsiero (Pd) ha ascoltato il dirigente dell’ufficio Risorse umane e organizzazione del Dipartimento Presidenza Gerardo Travaglio e i segretari regionali del pubblico impiego della Cgil Roberta Laurino e della Cisl Giovanni Sarli in merito allo stato di attuazione della legge 56/2014 riguardante la relativa delega alle Province e la posizione giuridica del personale regionale assegnato alle Province. “Sono mesi – ha detto Laurino – che sollecitiamo la risoluzione dei problemi che pesano sui lavoratori trasferiti nei ruoli della Regione ma sono stati attestati alla Provincia. In particolare le maggiori difficoltà le incontrano i lavoratori del settore trasporti e quelli del settore cultura. I primi da oltre un anno attendono la liquidazione delle spettanze dovute a missioni fuori sede e straordinari. Inoltre lamentano la criticità dello stato dei mezzi che da molto tempo non ricevono adeguata manutenzione. Per quanto riguarda i lavoratori addetti alla cultura – ha aggiunto – il problema riguarda la possibilità di utilizzare il mezzo proprio e la contabilizzazione delle presenze con timbrature che non vengono registrate e che inevitabilmente portano a situazioni di credito o debito di orari di lavoro. Tali dipendenti, per il lavoro che svolgono, legato a manifestazioni che si svolgono al Museo o alla Pinacoteca, non possono essere inglobati nello schema rigido dell’orario di lavoro e nel caso delle attività che si svolgono a Monticchio, non è possibile rilevare le timbrature”. “Le problematicità evidenziate – ha detto Giovanni Sarli – dovevano essere risolte direttamente dagli uffici senza la necessità di essere auditi in Commissione. Auspichiamo che tali tematiche trovino quanto prima soluzione. La legge Delrio è nata per dare servizi migliori ai cittadini e la legge regionale è stata pensata in linea con essa. I lavoratori devono essere inseriti in modo organico nelle strutture per ricevere la dignità che gli spetta. Occorre che si realizzi la omogeneizzazione del trattamento economico perché i dipendenti attestati alla Regione devono avere uguali opportunità di crescita degli altri colleghi”. “Concordo con i rappresentanti sindacali – ha detto Travaglio – sul fatto che tali problematiche di carattere gestionale e tecnica scontano ritardi ai quali va posto subito rimedio. Abbiamo dovuto sistemare gli orologi marcatempo compatibili con il sistema della Regione e comunque abbiamo predisposto ordini di servizio che vanno nella direzione della possibile flessibilità degli orari in alcuni settori. Abbiamo dovuto in sostanza completare l’allineamento tra sistemi informatici diversi. Per il rimborso delle spese di missione e degli straordinari provvederemo al più presto. Per quanto riguarda i mezzi che abbiamo ereditato già vetusti, abbiamo posto in essere azioni con le assicurazioni per attestarli all’Ente Regione. Abbiamo fatto – ha continuato – un incontro con la Provincia affinché ci vengano trasferiti tutti i dati relativi al fondo di trattamento accessorio per elaborare una ipotesi contrattuale e per omogeneizzare il trattamento economico sia per i dipendenti della Provincia che per quelli della Lab e centri per l’impiego. Vedremo se è possibile incrementare il fondo per avere risorse maggiori”. Il presidente Vito Santarsiero, nel ringraziare il dirigente Travaglio per la disponibilità dimostrata, ha detto “l’intera commissione ha a cuore la qualità dei servizi ed i diritti dei lavoratori e l’attenzione su questi due aspetti deve essere alta. Prendiamo atto della volontà di mettere in campo il massimo sforzo per recuperare il tempo perduto. E’ necessario garantire tempi stretti per risolvere i problemi e favorire un incontro tra gli uffici e i sindacati per meglio affrontare tutte le questioni”. Su questo tema sono intervenuti i consiglieri Romaniello, Rosa e Lacorazza. Al termine dell’audizione il dirigente Travaglio ed i rappresentanti sindacali hanno deciso di incontrarsi l’11 maggio prossimo per affrontare le problematiche evidenziate. Ai lavori della Commissione, oltre al presidente Vito Santarsiero (Pd), hanno partecipato i consiglieri Perrino (M5s), Robortella, Spada e Lacorazza (Pd), Bradascio (Pp), Pace e Romaniello (Gruppo misto), Rosa (Lb-Fdi) e Napoli (Pdl-Fi).


CONSIGLIO REGIONALE DELLA BASILICATA