Basilicata in Marcia per la Scienza Science March Potenza 22 aprile 2017

20-04-2017

Nella Giornata Mondiale della Terra - Earth Day 2017 il mondo scientifico si mobilita a sostegno della ricerca e in difesa del metodo scientifico contro interferenze esterne, in primo luogo rispetto al cambiamento climatico. Più di 500 sono gli eventi "March for Science" organizzati in tutto il mondo; a Potenza si sfila da Piazza Mario Pagano a Largo Pignatari. Al Museo Archeologico incontro con i cittadini su “Scienza, Politica e Informazione” con letture, musica e la proiezione del film “Punto di non ritorno” con Leonardo di Caprio. Nella Giornata Mondiale della Terra - Earth Day 2017 il mondo scientifico si mobilita a sostegno della ricerca e in difesa del metodo scientifico contro interferenze esterne, in primo luogo rispetto al cambiamento climatico. In oltre 500 città, in più di 100 Paesi del mondo, scienziati e semplici cittadini manifesteranno per difendere il proprio diritto a vivere in un mondo in cui i risultati della ricerca scientifica possano essere posti davvero a disposizione di tutti i cittadini, della loro sicurezza, salute, felicità. Sempre più spesso, infatti, le evidenze scientifiche vengono ignorate o addirittura controvertite, per supportare decisioni che rispondono a esigenze politiche o economiche di pochi a danno della stragrande maggioranza dei cittadini e, a volte, dell’intera umanità. L’idea della Marcia è nata non per caso negli Stati Uniti per iniziativa degli scienziati americani che hanno deciso di opporsi ai dietrofront del Presidente Trump che, negando il contributo dell’uso dei combustibili fossili al riscaldamento globale, ha riprecipitato il proprio Paese nell’era del carbone e il mondo intero nell’apprensione per il proprio futuro. Le dichiarazioni negazioniste di Donald Trump, prima e dopo la sua ascesa alla Presidenza, i consistenti tagli alle politiche ambientali, e in particolare al Climate Action Plan, alla ricerca e all'istruzione, e la concreta possibilità che il neo Presidente venga meno anche agli Accordi di Parigi, firmati dal suo predecessore appena un anno fa, sono tra le motivazioni più forti che hanno spinto all'organizzazione della marcia. Sabato 22 Aprile anche la Basilicata si unisce alle altre piazze italiane di Caserta, Roma, Milano e Firenze, per manifestare a favore di un uso appropriato delle conoscenze scientifiche. Dalle 17:30 del pomeriggio il centro della città di Potenza sarà teatro della "Marcia per la Scienza" organizzata da diverse associazioni riunite nel Comitato “Basilicata in Marcia per la Scienza”*. La manifestazione è inserita in un calendario internazionale di mobilitazioni simili che si terranno, nello stesso giorno, in numerose città del mondo. L'evento più importante si svolgerà lungo il Mall di Washington, il lungo viale presso la Casa Bianca già teatro in passato di manifestazioni epocali per i diritti civili. La "March for Science" è una presa di posizione del mondo scientifico internazionale che chiama i cittadini del mondo a supportare e tutelare i metodi scientifici e chi opera nell’ambito della ricerca. La comunità scientifica statunitense è particolarmente impegnata nella protesta contro la crescente interferenza della politica e di interessi economici su questioni di enorme interesse sociale, come il clima, la salute, l’inquinamento, ecc.  


Prof. Valerio Tramutoli